Smart Working

Smart Working

Lo smart working implica una revisione profonda del modo di lavorare della nostra tradizione occidentale: un vero e proprio salto di paradigma, che porta le persone ad impegnarsi non più sul compito, ma sul risultato.

Con lo smart working cambia il modo di gestire progetti, processi, attività e in generale il modo di “stare in azienda” a tutti i livelli dell’organizzazione. La responsabilità individuale si affianca a quella dei manager che devono essere in grado di comunicare obiettivi chiari e fornire strumenti e leve per il loro raggiungimento.

ISTUD ha creato nel 2017 “Smart Working LAB”, laboratorio sul lavoro agile che sviluppa format diversificati rivolti a individui e organizzazioni attraverso ricerche, workshop, attività di comunicazione e divulgazione, seminari, interventi di formazione e consulenza.

In particolare, è stato ideato e disegnato lo Smart Working Impact Model, un modello di intervento che affianca le imprese in tutte le fasi del cambiamento verso il lavoro agile.

ASSESSMENT su tutte le variabili organizzative, normative, contrattualistiche, logistiche e tecnologiche.
ANALISI E PROPOSTA POLICIES con KPI di riferimento.
SPERIMENTAZIONE con momenti di formazione e coaching ai vertici e attivazione di un gruppo pilota.
VALIDAZIONE E FOLLOW-UP verifica degli scostamenti tra obiettivi e sperimentazioni.
FINE TUNING E MODIFICA POLICIES a seguito della sperimentazione.
ADEGUAMENTO SISTEMI di gestione delle risorse umane, di infrastrutture e tecnologie.
IMPLEMENTAZIONE con attività di comunicazione, lancio attività, ascolto, manutenzione e formazione continua.
MONITORAGGIO E FEEDBACK sugli avanzamenti e possibili revisioni del progetto.

istud smart working model in house

Richiedi informazioni

Privacy*
Ho letto l'informativa e per quanto riguarda i trattamenti richiesti per consentire al Titolare del trattamento di realizzare la finalità di “Attività di Marketing” (informazioni pubblicitarie e promozionali, comunicazioni commerciali, newsletter e pubblicazioni periodiche, etc...) mediante l’impiego della posta cartacea, del telefono, del suo indirizzo di posta elettronica AccettoNon accetto