Lean Product Innovation

Lean Product Innovation

Edizioni disponibili

Milano, 21-22 ottobre 2019

Struttura del seminario

Un modulo di due giorni

Costo

1.500 Euro + IVA

Lean product innovation

Per acquisire una metodologia di innovazione rigorosa ma molto snella, applicabile in diversi settori e contesti. Per sviluppare processi di innovazione che considerino l’errore come strumento di apprendimento e parte integrante delle soluzioni finali proposte. Per acquisire la tecnica delle “small bets”, che isola un numero sufficientemente alto di progetti a basso costo, a buon potenziale di sviluppo e con tempi di rilascio contenuti, che se riescono portano a ritorni elevati; se falliscono, comportano costi molto contenuti. Per far proprio un modello organizzativo piatto, dove la collaborazione, la piena circolazione delle informazioni, il diritto alla critica costruttiva sono elementi fondanti.

Panoramica del seminario

Manager e Professional operanti nel Marketing, nelle Vendite, nella Ricerca e Sviluppo, Produzione, e in generale tutti i componenti del’organizzazione che nel proprio lavoro devono creare contesti di innovazione e coordinare team per la creazione di nuove soluzioni in termini di prodotto e servizio.

  • Acquisire una metodologia di innovazione rigorosa ma molto snella, applicabile in diversi settori e contesti
  • Sviluppare processi di innovazione che considerino l’errore come strumento di apprendimento e parte integrante delle soluzioni finali proposte
  • Acquisire la tecnica delle “small bets”, che isola un numero sufficientemente alto di progetti a basso costo, a buon potenziale di sviluppo e con tempi di rilascio contenuti, che se riescono portano a ritorni elevati; se falliscono, comportano costi molto contenuti.
  • Far proprio un modello organizzativo piatto, dove la collaborazione, la piena circolazione delle informazioni, il diritto alla critica costruttiva sono elementi fondanti
  • Acquisire tecniche strutturate di benchmarking e “benchmarketing”
  • Imparare ad utilizzare partnership con terzi in grado di apportare know how e velocità operativa al fine di tenere il più corto possibile il time-to-market
  • Imparare ad eliminare la parte di offerta poco performante, poco coerente con la proposta di valore dell’azienda, trasmette una immagine di marca distorta
  • Tecniche di analisi rapida dello stato dell’arte aziendale: brand, portafoglio di offerta, potenziale stretching/riposizionamento del brand
  • Tecniche rapide di analisi della domanda e dell’offerta: comportamenti dei consumatori pionieri, segnali deboli dal mercato
  • Benchmarking nei mercati, distinguendo tra innovazione incrementale e innovazione radicale
  • Definizione delle priorità e della pipeline dei progetti
  • Tecniche di Lean start up, compresa la configurazione organizzativa per strutturare il processo di innovazione

Ti servono maggiori informazioni?

DOCENTE DEL SEMINARIO LEAN PRODUCT INNOVATION

Fabio Salvati

Fabio Salvati

Laurea in economia, MBA presso ISTAO – Istituto Adriano Olivetti e studi di approfondimento presso university of East Anglia (UK), Duke University e la Wharton School dell’Università della Pennsylvania. E’ economista con esperienza pluriennale in progetti di consulenza strategica svolti in tutta Europa per aziende nazionali e multinazionali nei settori food, luxury, retail, banking, logistica, industria, su progetti di innovazione, marketing, business (re)organization. Le sue principali aree di competenza riguardano i temi della corporate e business strategy, del retail e dell’omnicanalità, della crescita per linee esterne (M&A, joint ventures, alleanze), del marketing e delle vendite. E’ blogger ed editorialista per alcune tra le più rilevanti pubblicazioni italiane che si occupano di management, marketing e retail. E’ membro del CDA di società industriali e bancarie quotate e non quotate.

Tutti i percorsi dell'area

Richiedi maggiori informazioni

Privacy*
Ho letto l'informativa e per quanto riguarda i trattamenti richiesti per consentire al Titolare del trattamento di realizzare la finalità di “Attività di Marketing” (informazioni pubblicitarie e promozionali, comunicazioni commerciali, newsletter e pubblicazioni periodiche, etc...) mediante l’impiego della posta cartacea, del telefono, del suo indirizzo di posta elettronica AccettoNon accetto

Iscriviti ora